Premiazione del Franco Cuomo International Award 2018

Lunedì 3 dicembre, a Palazzo Giustiniani (Roma, via della Dogana Vecchia 29, in centro) si svolgerà (dalle 16.30) la premiazione della quinta edizione del Franco Cuomo International Award. Il premio è intitolato a Franco Cuomo: giornalista e scrittore, due volte finalista al premio Strega (coi romanzi su Gunther d’Amalfi, cavaliere templare) e a lungo giurato del Trofeo RiLL. Un amico che purtroppo ci ha lasciato nel 2007, e a cui l’associazione ANCISLINK dedica questo premio, patrocinato dal Centro Europeo per la Pace e lo Sviluppo.

Il Franco Cuomo International Award ha l’obiettivo di premiare le forme di espressione culturale, artistica e umana che guardano al futuro tramite il dialogo e il confronto, valorizzando l’esperienza del passato e le diversità fra le persone e le visioni del mondo. Un’impostazione nel solco delle opere di Franco Cuomo, che nei suoi romanzi e opere teatrali ha spesso raccontato il passato per parlare del presente, andando al di là di steccati e barriere.

Il premio è articolato in quattro sezioni (Letteratura, Giornalismo e Saggistica, Teatro, Arte).
La giuria è composta da personalità (italiane e straniere) del mondo culturale. Presiedono il premio la moglie di Franco Cuomo, la giornalista Velia Iacovino, e il figlio, il giovane economista Alberto Cuomo; in giuria, fra gli altri, il regista teatrale Maurizio Scaparro, i giornalisti Samir Al Qaryouti, Giuseppe Marra e Giancarlo Bosetti, lo storico Paolo Acanfora.

Per il 2018 saranno premiati, fra gli altri: il giornalista e attuale direttore di Rainews24 Antonio Di Bella; la scrittrice Lia Levi, il cui ultimo romanzo “Questa sera è già domani” (Edizioni E/O) racconta l’epoca delle leggi razziali nel nostro paese (un tema, questo, che si collega al saggio di Franco Cuomo “I Dieci”, dedicato ai firmatari del famigerato “Manifesto della Razza”); l’attore e regista Pino Micol, da sempre protagonista sui palcoscenici italiani (e che ha interpretato Cyrano de Bergerac nella messa in scena di Maurizio Scaparro, con testo tradotto dal francese proprio da Franco Cuomo). Da segnalare anche il premio assegnato a Nest - Napoli Est Teatro, un progetto dell’attore e regista Francesco Di Leva per combattere, attraverso il teatro, il degrado a San Giovanni a Teduccio, una delle periferie urbane più desolate di Napoli.

Come ormai dal 2014, parliamo con grande piacere di questa iniziativa: un premio che mantiene viva la memoria di un autore con cui abbiamo a lungo collaborato, un amico di RiLL che nel 2007 ci ha lasciato inaspettatamente e all’improvviso, e che continua, a tanti anni di distanza, a mancarci.
Perciò non mancheremo questo appuntamento e invitiamo tutti ad essere presenti alla premiazione.

Per ulteriori informazioni:
www.ancislink.org
prancislink@gmail.com
(NOTA BENE: per partecipare alla premiazione è necessario, essendo Palazzo Giustiniani una delle sedi degli uffici del Senato, contattare preventivamente via e-mail l’associazione ANCISLINK; è inoltre richiesto un abbigliamento consono e, per gli uomini, giacca e cravatta)


Nella foto: Franco Cuomo, a Lucca Comics & Games 2005, mentre presenta al pubblico il racconto quarto classificato dell'XI Trofeo RiLL, Volevo solo vedere le stelle, di Jari Lanzoni.