Lorica Universalis Contra Calamitosam Apocalypsem

(Protezione universale contro la catastrofica Apocalisse)

Secondo Classificato
di Francesca Garello

“Allora? Siamo pronti per il Giudizio?”
“Quasi, Tremenda Maestà.”
La Nuvola circonfusa di luce emise un brontolìo impaziente.
“Come quasi? O si è pronti o no. Tertium non datur.”
L’arcangelo increspò nervoso le ali. Quando il Capo usava il latino non era buon segno.
“È per via dei racconti, Infinita Sapienza. Non sono esauriti.”
Un gioco di luce sulla Nuvola suggerì un’alzata di spalle.
“Ancora quella Sherazade? Ha concluso da un pezzo, no?”
L’arcangelo raccolse le ali in un’ordinata piega.
“Certo. Comunque quella era una faccenda personale, non universale.”
“Bene, quindi posso scatenare i Quattro Cavalieri. O è meglio il Drago?” La Nuvola parve grattarsi una plumbea barba.
“Sono tutti combat ready, Padre delle Milizie. Cioè… parati ad bellum.”
“E perché non cominciamo?”
Uno stizzito frullìo d’ali.
“È per via dei Rifulgentes Lucis Lunaris.”
La Nuvola baluginò perplessa. “Chi?”
“Epigoni di Sherazade, diciamo.”
“Concubini imperiali? Cantastorie orientali?” pulsò noncurante la Nuvola. “E che sarà mai. Mille e una notte e via. Tre anni scarsi.”
Le ali afflosciate, l’arcangelo assunse l’aspetto di un pulcino bagnato.
“Questi sono più organizzati. Hanno tre concorsi letterari paralleli. Raccolgono migliaia di racconti. Vanno avanti da vent’anni e non si vede la fine.”
“Ah. E che tipo di vincolo abbiamo con loro?”
La Nuvola si incupì, minacciosa.
“Lo stesso, Eterna Magnificenza. Ad esaurimento delle storie.”
“Cioè abbiamo... hai legato la Fine dei Tempi alla fine delle RiLLices Fabulae?”
“Sì” sospirò l’arcangelo, incassando l’accusa. “In principio mi sembrò una buona idea. Non sembravano un granché. Come immaginare che sarebbero durati tanto?”
“Sciocco!” tuonò la Nuvola. “E ora cosa conti di fare?”
L’arcangelo scartò subito la possibilità di mentire al Signore della Verità.
“Avrei un racconto anch’io...”

 

Francesca Garello è nata a Venezia, e vive con la sua famiglia a Roma, dove lavora come archivista ricercatrice.
È coautrice di moduli per il gioco di ruolo Lex Arcana, di libri-game, di giochi didattici su cd-rom. Nel 2011 ha partecipato a “Project Octopia”, source-book fanta-horror edito da Wild Boar.
Suoi racconti fantastici sono comparsi in numerose antologie.
Ha vinto il Trofeo RiLL nel 2004 (con “Rifiuti Speciali”) e 2005 (con “Pari Opportunità”), e nel 2008 è giunta terza, con “Case History”. È stata inoltre fra i vincitori di SFIDA nel 2006 (con “Finale di coppa”) e nel 2009 (con “Sistema bibliografico planetario”). Tutti tali racconti sono usciti nelle corrispondenti antologie Mondi Incantati.
Nel 2013 le edizioni Homo Scrivens hanno pubblicato la sua prima antologia personale, "L'uomo che volle farsi strega", che raccoglie diciotto racconti fantastici.