La Giuria Nazionale del Trofeo RiLL

La giuria del Trofeo RiLL è formata da scrittori, giornalisti, professori universitari, editor e autori di giochi.
Un accostamento, questo, legato alla storia del concorso: il Trofeo RiLL è nato fra gli appassionati di giochi di ruolo, per spostarsi, negli anni, in un ambito più strettamente letterario. Per partecipare al premio non serve, né è mai servito, essere un giocatore (di ruolo o no), ma comunque pensiamo che l’immaginario letterario e quello ludico, nel campo del Fantastico, siano contigui, e quindi “mischiarli” nella giuria ci pare efficace, oltre che naturale.

Questa pagina è dedicata ai giurati della ventiduesima edizione del Trofeo RiLL (2015-2016), per una sorta di “presentazione” ai lettori.

Donato Altomare
È nato nel 1951 a Molfetta (Bari), dove vive con la sua famiglia e lavora come ingegnere civile.
Ha vinto due volte il premio Urania Mondadori per il miglior romanzo italiano di fantascienza: nel 2001 con “Mater Maxima” e nel 2008 con “Il dono di Svet”.
Oltre a tantissimi racconti, pubblicati in Italia e all’estero, ha scritto molti romanzi, spaziando tra fantasy, horror, fantascienza e storie per ragazzi. Fra gli altri: “Vladimir Mei, libero agente” (ed. Della Vigna, 2008), “Sinfonia per l’Imperatore” (Elara Libri, 2010), “L’artiglio” (ed. Della Vigna, 2011), tutti vincitori del Premio Italia. Nel 2016, insieme a Loredana Pietrafesa, ha curato “Rosa Sangue” (ed. Altrimedia), antologia di racconti fantastici di sole autrici, sul tema del femminicidio.
È Presidente della World-SF Italia, l’associazione degli operatori professionali della fantascienza e del fantastico.

Andrea Angiolino
È nato a Roma nel 1966, dove vive con la sua famiglia.
Ha inventato moltissimi giochi da tavolo, premiati in Italia e all’estero. Fra questi, le serie “Wings of War” (con P. G. Paglia, oggi pubblicata come “Wings of Glory”) e “Sails of Glory” (con A. Mainini), entrambe edite da Ares Games.
Ha ricevuto il premio Best of Show alla carriera a Lucca Comics & Games 2004 e il premio Personalità Ludica dell’Anno 2007.
Ha scritto, fra gli altri, il primo libro-game per chi non sa leggere (“Il Mischiastorie - Osvaldo e i cacciatori”, Lapis, 2005), il “Dizionario dei Giochi” (con Beniamino Sidoti; Zanichelli, 2010) e il romanzo ucronico “Il volo di Majorana”, sulla scomparsa del celebre fisico (ed. Homo Scrivens). Del 2013 è “Cuore di drago”, antologia di suoi racconti fantastici (ed. Homo Scrivens).
Ogni tanto racconta la storia di giochi e giocattoli a Wikiradio, su RAI Radio Tre.

Pierdomenico Baccalario
È nato nel 1974 ad Acqui Terme (Alessandria), e vive con la sua famiglia in Inghilterra.
Ha pubblicato tantissimi libri, soprattutto romanzi fantasy e di avventura per ragazzi (De Agostini, Edizioni EL, Fanucci, Mondadori, Piemme, Rizzoli…), tradotti in più di venti lingue. Per la Piemme ha scritto, dal 2004, i romanzi delle serie “Ulysses Moore” (18 volumi), “Will Moogley Agenzia Fantasmi” (7 volumi), “The Lock” (6 volumi); per le Edizioni EL è uscita la serie “Le sciagurate imprese di Riccardo Cuor di Cardo” (6 volumi). Con Alessandro Gatti ha firmato, oltre a svariati romanzi, anche “Le 23 regole per diventare scrittori”, manuale di scrittura per ragazzi (Mondadori, 2016).
Nel 2014 ha fondato a Londra Book On a Tree, agenzia letteraria specializzata in storie per ragazzi.
Giornalista e sceneggiatore, è anche un appassionato di giochi di ruolo.

Mariangela Cerrino
È nata a Torino, nei cui dintorni vive.
In ambito fantascientifico ha pubblicato, fra gli altri, l’antologia “Cronache dell’Epoca Mu” (Urania Mondadori, 2008). Sempre nel 2008 ha firmato la trilogia fantasy “Lisidranda” (Armenia).
Grande appassionata di storia, ha scritto i romanzi “Il margine dell’alba” (Alacràn, 2010), sulle lotte fra Cattolici e Valdesi nel XVI secolo, e “Absedium” (Rizzoli, 2012), che rievoca la guerra di Gallia dal punto di vista dei Celti. È inoltre autrice di una trilogia di romanzi sugli Etruschi, tradotta in Germania e Spagna, e del “Ciclo dell’anno Mille”, quadrilogia di romanzi storici con elementi fantastici (in origine pubblicata da Longanesi e tradotta in Germania, è stata ripubblicata in Italia da Susalibri nel 2010). Il suo ultimo romanzo è “Il Ministero delle ultime ombre” (Fanucci, 2015).

Valentina Deiana
È nata a Milano nel 1979, dove vive insieme alla sua famiglia.
Laureata in Storia Contemporanea, ha pubblicato alcuni saggi sulla storia medico-scientifica della sua città. Dopo diverse collaborazioni in campo editoriale, ora lavora a Novara, presso De Agostini Libri, dove cura la pubblicazione dei romanzi per ragazzi (italiani e stranieri).

Renato Genovese
Nato a Napoli, vive con la sua famiglia a Lucca.
È attivo dal 1979 nel campo dei comics. Ha firmato molti saggi e monografie, e ha scritto di fumetti per le principali testate italiane del settore e molti quotidiani. Per Castelvecchi ha scritto “L’avventurosa Storia… Quarant’anni di Fumetti nelle voci dei protagonisti” (2009).
Dal 1982 è nello staff della Mostra Internazionale dei Comics di Lucca. Dal 2000 è Direttore del festival, che da allora e su suo progetto ha assunto la denominazione di Lucca Comics & Games.
Nei primi anni ’90 ha curato il volume fantasy “Il fantastico mondo di Vorodin”. Nel 2006, con lo pseudonimo di Anna Vetriç, ha pubblicato una nuova versione del libro di Vorodin, “La Frontiera di Ghiaccio”, da cui è stato anche tratto un fumetto.
Nel 2016 è stato insignito del Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica (Pegasus Literary Award) “per lo straordinario impegno dimostrato in campo organizzativo e artistico culturale”.
Collabora da anni con “Dadi & Piombo”, rivista di storia e wargame.

Luca Giuliano
Nato in provincia di Alessandria nel 1947, vive a Roma, dove è professore ordinario di Sociologia Generale nel Dipartimento di Scienze statistiche dell’Università “La Sapienza”.
Si occupa di interazione sociale e processi di comunicazione mediati dal computer (comunità virtuali, MUD, narrazione condivisa). Nel 2006 ha curato il saggio “Il teatro della mente. Giochi di ruolo e narrazione ipertestuale” (ed. Guerini e Associati).
È autore di giochi, trasmissioni radiofoniche e televisive. Tra le sue creazioni “On Stage!” (DaS Production, 1995), gioco di ruolo narrativo ispirato al teatro, e il gioco di ruolo fantastorico “I Cavalieri del Tempio” (di cui è co-autore; Rose & Poison, 2005).
Nel 2005 ha ricevuto a Lucca Comics & Games il Best of Show per la sua carriera in ambito ludico.

Marco Lastri
Nato a Firenze nel 1975, ingegnere, lavora principalmente nel campo delle tecnologie spaziali (attività per la quale ha ottenuto anche un riconoscimento da parte della NASA).
È tra i fondatori di Anonima Gidierre, la più longeva rivista amatoriale ludica italiana (esce dal 1994), che ha a lungo diretto. Ha scritto per numerose riviste musicali e culturali, ed è direttore tecnico della testata giornalistica sportiva CalcioToscano.it. Cura inoltre il blog di microelettronica open source ML’s Garretlabs, realizzato in collaborazione con il SIRS-Lab dell’Università di Siena.
Ha collaborato col giornalista Paolo Lunghi per i saggi “Via Etere” e “Vivere con frequenza”, e per il diario di viaggio “Nel segno del Dragone”, tutti editi da Ibiskos.

Giulio Leoni
È nato nel 1951 a Roma, dove vive e lavora.
Ha esordito vincendo nel 2000 il premio Tedeschi col romanzo giallo “Dante Alighieri e i delitti della Medusa”, cui sono seguiti (sempre con Dante Alighieri protagonista) “I delitti del Mosaico”, “I delitti della Luce”, “La crociata delle Tenebre” (tutti editi da Mondadori) e “La sindone del diavolo” (Ed. Nord, 2014).
Con Mondadori ha inoltre pubblicato, fra gli altri, i mistery “La regola delle ombre” (2009), “La porta di Atlantide” (2011) e la trilogia fantasy sulla città di Anharra (firmata con lo pseudonimo di J. P. Rylan); per l’Editrice Nord sono usciti i romanzi “Il testamento del Papa” (2013) e “L’occhio di Dio” (2015), un giallo con protagonista Galileo Galilei.
Insieme a Massimo Pietroselli ed Enrico Luceri nel 2016 ha scritto “M-Files”, una serie di racconti fanta-spionistici ambientati durante il Fascismo (disponibili come e-book su Amazon).

Gordiano Lupi
È nato nel 1960 a Piombino (Livorno), dove vive con la sua famiglia.
Scrittore e saggista, dirige le Edizioni Il Foglio e collabora con numerose testate e blog.
Grande esperto di Cuba, ha scritto tra gli altri i saggi “Almeno il pane Fidel - Cuba quotidiana” (Stampa Alternativa, 2006; A. Car, 2012), “Fidel Castro” (A. Car, 2011), e il thriller “Una terribile eredità” (Perdisa, 2009). Ha inoltre tradotto molti scrittori cubani: Alejandro Torreguitart Ruiz, Heberto Padilla, Guillermo Cabrera Infante (di cui ha tradotto il romanzo “La ninfa incostante”, Minimum Fax, 2012).
Il suo romanzo “Calcio e Acciaio - Dimenticare Piombino” (ed. A. Car, 2014), dedicato alla sua città, è stato presentato al Premio Strega. Del 2015 è il romanzo breve “Miracolo a Piombino – Storia di Marco e di un gabbiano” (ed. Historica).
Ha scritto numerose monografie sul cinema di genere italiano.

Piermaria Maraziti

È nato nel 1967 a Roma, dove vive con moglie e due figli.
Fondatore dell’associazione ludica Gilda Anacronisti, ha coordinato dal 1998 al 2013 Gilda.it (sul web la più grande comunità italiana di giocatori; insignita al Premio Personalità Ludica dell’Anno 2006).
È autore del primo regolamento originale italiano per il gioco di ruolo dal vivo (1993) e del gioco di ruolo narrativo “La Regola del Gioco” (con Marco Perez; Quality Game, 1996). Sempre in ambito ludico, è tra i fondatori degli Editori Folli e, dal 2010, socio della Wild Boar Edizioni.
Fa parte del collettivo di autori della Carboneria Letteraria, con cui ha firmato il romanzo a più mani “Maiden Voyage” (ed. Homo Scrivens, 2014).
Gestisce inoltre il sito hovistocose.it, dedicato a fumetti, giochi e al fantastico in generale.

Beatrice Parisi
Romana, traduttrice professionista, collabora con diverse case editrici.
Grande esperta di giochi, è stata caporedattrice della rivista ludica Agonistika News; ha curato la pagina italiana del sito catalano di giochi di parole Verbalia e la collana “Palabras en juego” (ed. Octaedro, Barcellona). Inoltre, ha condotto dal 1995 al 2006, prima con Sergio Valzania, poi con Anna Cinque, la trasmissione di RAI Radio 2 Giocando.
Nel 2009 ha ricevuto a Lucca Comics & Games il premio Best of Show per la sua carriera in ambito ludico. Dal 2013 è vice-presidente della giuria del Premio Gioco dell’Anno.

Massimo Pietroselli
È nato a Roma nel 1964, dove vive con la sua famiglia e lavora.
In ambito fantascientifico ha pubblicato i romanzi “Miraggi di silicio” (premio Urania Mondadori 1994) e “L’undicesima frattonube” (Delos Books, premio Fantascienza.com 2003).
Nel 2005 ha vinto il Premio Tedeschi con “Il palazzo del diavolo”, un mystery ambientato nella Roma del 1875, poi seguito da “La porta sulle tenebre” e “L’affare Testa di Morto”, editi da Mondadori. Sempre per Mondadori ha firmato “L’aquila di sabbia e di ghiaccio” (2010).
Con Newton & Compton sono usciti i thriller “Alphabetum - La confraternita del saio nero” (2012; poi riproposto dallo stesso editore col titolo “La profezia infernale”), e il suo sequel “La congiura di Praga” (2013).
Insieme a Giulio Leoni ed Enrico Luceri nel 2016 ha scritto “M-Files”, una serie di racconti fanta-spionistici ambientati durante il Fascismo (disponibili come e-book su Amazon).

Arielle Saiber
Vive con suo marito nel Maine (USA), dove lavora.
È professore associato di Italiano al Dipartimento di Lingue Romanze del Bowdoin College (nei dintorni di Boston), dove da oltre dieci anni tiene corsi sulla letteratura italiana.
Le sue ricerche si focalizzano sulla letteratura italiana di Medio Evo e Rinascimento; in particolare, ha pubblicato articoli su Dante Alighieri, Boccaccio e Giordano Bruno. Attualmente, sta scrivendo un saggio sui legami fra umanisti e matematici italiani fra il 1450 e il 1650.
Grande appassionata di fantascienza, ha pubblicato nel 2011 la monografia “Flying saucers would never land in Lucca: the Fiction of Italian science-fiction” (tradotta in Italia dalla rivista IF). Sta curando un’antologia della fantascienza italiana sino agli anni ‘60 (“Piazza Galattica”, con Giuseppe Lippi) e un numero speciale della rivista Science Fiction Studies, sempre sulla fantascienza italiana (con Umberto Rossi e Salvatore Proietti); entrambi questi lavori usciranno negli USA.
Collabora con le case editrici delle università di Cambridge, Harvard e Princeton.

Beniamino Sidoti
Nato a Firenze nel 1970, vive a Bologna.
Giornalista pubblicista, si interessa da sempre di narrazione e giochi; in particolare, si occupa (come docente di lettura e scrittura creativa) delle risorse formative del gioco. Su questi temi ha scritto svariati saggi, fra cui “Inventare destini” (con Andrea Angiolino e Luca Giuliano, 2003) ed “Eccetera” (2013), entrambi per La Meridiana, e “Lettori in gioco” (con A. Zermoglio; ed. Sonda, 2015). Per Zanichelli ha realizzato il “Dizionario dei giochi” (2010, con Andrea Angiolino).
Come autore per ragazzi ha pubblicato “Vinca il più scemo!” (Edizioni EL, 2013) e “Fantascemenze” (Edizioni EL, 2015); cura inoltre la collana Experia della casa editrice Giunti. Per De Agostini ha coordinato un’Enciclopedia dei Ragazzi (distribuita con Il Corriere della Sera).
È uno dei fondatori di Lucca Games, di cui è stato direttore dal 1993 al 1999.
Nel 2016 ha ricevuto a Lucca Comics & Games il premio alla carriera.

Sergio Valzania
Nato a Firenze nel 1951, vive da tempo a Roma con la sua famiglia.
Giornalista, ha lavorato a lungo in RAI: prima a RAI Tre, poi alla radio, dove ha diretto Radio2 (1999-2009) e Radio3 (2002-2009). Fra i suoi programmi di maggior successo “Viva Radio2” e la serie dei Pellegrinaggi (Compostela, Francigena, Monte Athos). Oggi lavora a Radio InBlu, dove cura le trasmissioni “Pastori” e “La Biblioteca di Gerusalemme”.
Per la collana Urania di Mondadori ha scritto tra il 1999 e il 2001 la trilogia fantasy di Keerg.
Storico e saggista, ha firmato fra gli altri “Wallenstein” (2007), “U-Boot” (2011), “I dieci errori di Napoleone” (2012), “La scintilla” (2014, con F. Cardini), “Cento giorni da imperatore, l’ultima vittoria di Napoleone” (2015), tutti editi da Mondadori, e, per Il Mulino, “Andare per cattedrali in Puglia” (2015). Con Piergiorgio Odifreddi ha scritto “La via lattea”, testimonianza di un comune viaggio verso Santiago de Compostela (Longanesi, 2008).

La Giuria Nazionale del XXII Trofeo RiLL era poi completata dal RiLLino Alberto Panicucci, che ha svolto le funzioni di coordinatore e ha espresso il voto (collegiale) del Comitato di Lettura.

Fra chi ha fatto parte della Giuria del Trofeo RiLL in precedenti edizioni citiamo Carlo Maria Bajetta, Eraldo Baldini, Franco Cuomo, Francesco Dimitri, Luca Di Fulvio, Valerio Evangelisti, Carlo Lucarelli, Andrea Monda, Massimo Mongai, Cosimo Lorenzo Pancini, Giampiero Rigosi, Ciro Alessandro Sacco, Maria Serena Sapegno e Luca Trugenberger.
Un sincero ringraziamento per l'aiuto fornito va rivolto, doverosamente, anche a loro.