RiLL al TBQ: una grande serata di racconti e teatro

Lo scorso 13 giugno si è svolta Nuovi Tempi, Altri Mondi, la grande festa del Teatro Biblioteca Quarticciolo (TBQ) dedicata al gioco e alla letteratura fantastica.
Un'iniziativa che noi RiLLini ricorderemo molto a lungo...

I giochi da tavolo e di ruolo proposti dalla mattina al tardo pomeriggio dalle associazioni Ludico Imperio e Reindeer Corporation sono stati ampiamente apprezzati, incuriosendo gli utenti della Biblioteca (e non solo).
Grande successo, poi, ha riscosso “Lo scrittore dal vivo”, l’esperimento di scrittura collettiva coordinato da Massimo Mongai, che ha prima stuzzicato e poi tirato le fila delle idee del pubblico del Teatro Quarticciolo, sino a costruire un soggetto di un romanzo giallo.

Per quanto ci riguarda, però, il momento più importante, più bello e più carico di emozioni è arrivato di sera, quando sul palco del Teatro Quarticciolo sono stati messi in scena otto racconti “dal Trofeo RiLL e dintorni”.
A una settimana e passa dallo show, le sensazioni e la soddisfazione provate in quell’occasione sono ancora forti, e grandi, una sorta di specialissima ciliegina su una storia (e un impegno) iniziati quindici anni fa.



Lisa Ferlazzo Natoli
, la regista, ha scelto i racconti fra quelli pubblicati nelle passate nostre antologie, e ha curato l’adattamento dei testi, per “teatralizzarli” (come giusto) e valorizzare così il lavoro dei sei attori (Alice Palazzi, Aida Talliente, Fortunato Leccese, Simone Castano, Tania Garribba e Valentina Morini) che li hanno interpretati.
Luca De Carlo, trombettista dei Tetes de Bois, ha accompagnato lo spettacolo con le sue note, dialogando con gli attori, le loro parole, le loro pause, e legando fra loro i racconti.
Valeria De Caterini, infine, anche lei sul palco, seduta al suo tavolo da disegno, ha illustrato una dopo l’altra le storie, dando forma ai colori che spargeva al ritmo serrato dei racconti.

Gli otto racconti sono stati proposti uno dopo l’altro, quasi senza interruzione.
Sessanta minuti di show, intensissimi.
Il pubblico “rifiatava”, fra una storia e l’altra, ricorrendo agli applausi…

Un’esperienza bella, da ripetere.

È gratificante, senza dubbio, bandire un concorso letterario e ricevere racconti tanto belli da meritare un premio e una pubblicazione. Ma lo è ancora di più, per noi che questi racconti li abbiamo “scoperti”, vedere delle storie “di carta” diventare qualcosa di diverso, una fonte di re-interpretazione in un’altra forma d’arte: il teatro, per l’appunto.
È straniante rendersi conto che una descrizione è divenuta un dialogo, e sentire le voci degli attori che danno ad esso vita, timbro, accento. O anche chiedersi: “ma qui non c’era la descrizione di un corpo di donna, e della sua bellezza? o mi ricordo male?”… e presto accorgersi che quella figura è davanti ai propri occhi, non nelle battute degli attori, ma immortalata in un disegno da Valeria.
È incredibile, infine, re-inventarsi tecnici, cameraman, un po’ tuttofare, nel corso delle prove e prima dello show, accompagnando il progetto mentre inizia a diventare realtà (e questo chiama in causa Francesco Ruffino, che nascosto sul palco riprendeva Valeria e i suoi disegni… l’applauso finale lui non se l’è preso, in Teatro, ma glielo facciamo noi, ora, di cuore).

Un grande grazie alla compagnia di attori, alla regista, al trombettista (e non solo) Luca De Carlo, alla direttrice del Teatro (Sabina De Tommasi), a Emiliano Simonelli, il direttore di sala, e a tutti quelli che al TBQ si sono prodigati per un progetto di una sera di giugno, un RiLLico antipasto all’Estate Romana.
Un ringraziamento, poi, agli autori dei racconti, molti dei quali felici e presenti, alla loro disponibilità e fiducia: era una scommessa, questa, qualcosa di completamente diverso dal solito… e l’abbiam vinta anche per il loro sostegno.
Grazie, infine, alle oltre sessanta persone che hanno riempito la sala con applausi, risate o trattenendo il respiro, tutte ammaliate dalle storie e dalla loro messa in scena.

Possiamo solo dire: per la prossima stagione vedremo di restare in cartellone.
…restate in contatto!!

Su YouTube è on line un filmato dello show, montato da Massimo Mongai.

Ed ecco alcune foto dello spettacolo, tutte di Carola Ghilardi
(le due precedenti sono invece rispettivamente di Alberto Panicucci e Francesco Troccoli):

Simulazioni, di Giovanni Bruni

Il peso degli angeli, di Guido Alfani

Bogey, di Emiliano Angelini

Pari Opportunità, di Francesca Garello