XIV Trofeo RiLL, i risultati

Come ogni metà ottobre, rendiamo noti i risultati del Trofeo RiLL.
Pubblichiamo inoltre una rassegna dei giudizi dei giurati sui dieci racconti finalisti, e una breve nota biografica su ciascun autore finalista.
La cerimonia finale del XIV Trofeo RiLL sarà sabato 1 novembre nella Sala Incontri di Lucca Games, dalle 18:00.

L'edizione 2007/08 del nostro premio è stata vinta dal torinese Euro Carello, autore de I corvi sono lì che aspettano, che si è imposto su Tempus fugit, del romano Francesco Troccoli. Al terzo e quarto posto due autrici che già in passato abbiamo avuto il piacere di premiare: Francesca Garello e Maria Francesca Zini.

Ma andiamo con ordine...
Al XIV Trofeo RiLL hanno partecipato 173 racconti, opera di 151 autori diversi (99 uomini e 52 donne, considerando anche i testi scritti a più mani).
Ringraziamo ciascun autore partecipante, per aver dato fiducia al nostro lavoro e confermato l'interesse che il Trofeo RiLL riscuote fra gli appassionati da alcuni anni a questa parte. Continueremo a impegnarci per riuscire a meritarlo ancora!

Fra i partecipanti è stata piccola, ma molto gradita, la presenza di italiani residenti all’estero (Belgio, Germania, USA). Come nelle più recenti edizioni, abbiamo ricevuto racconti anche dalla lontana Australia, grazie all'attenzione riservataci dall'Accademia Letteraria Italo-Australiana Scrittori (A.L.I.A.S.).
Da segnalare per la loro particolarità, poi, la partecipazione del collettivo di autori milanesi che si “riconosce” nello pseudonimo di Cranio Mercanti, e quella di Angelo Ninno, l'autore più giovane (12 anni).

L’attività di lettura e selezione dei testi ricevuti è stata svolta da un gruppo di diciassette persone. Visto il tempo e l’impegno profusi, spetta loro un sentito ringraziamento.
Li vogliamo citare uno ad uno: Anna Benedetto, Diego Bertuccio, Gianluca Cordella, Irene Celauro, Edoardo Cicchinelli, Federica De Pirro, Flavia Ferlito, Emiliano Marchetti, Walter Menga, Luca Milasi, Daniele Pagliuca, Alberto Panicucci, Lucia Pappalardo, Stefano Rotondi, Francesco Ruffino, Serena Valentini e Monika Zeiher.

Stabiliti i dieci testi finalisti, è stata la Giuria Nazionale a decidere i risultati finali.
Eccoli, nel dettaglio:

 

Vincitore del XIV Trofeo RiLL
I Corvi sono lì che aspettano
di Euro Carello (Torino)

Un racconto dal grande pathos, che affronta in chiave fantascientifica temi difficili come il desiderio di maternità (negato) e il suicidio assistito

Secondo Classificato
Tempus fugit
di Francesco Troccoli (Roma)

Un divertente e surreale viaggio nel tempo... di una vita. Una storia di fantascienza godibile e di sicuro impatto.

Terzo classificato
Case History
di Francesca Garello (Roma)

Quarto classificato
Zed
di Maria Francesca Zini (Pisa)

 

Tutti gli altri 169 racconti partecipanti sono classificati a pari merito al quinto posto.

Ricevono però una Menzione di Merito:

Come denti aguzzi, di Andrea Franco (Roma)
Il drago e l'oro, di Domenico Marino (Molfetta - Bari)
Il pollo immortale, di Andrea Di Meo (Firenze)
Il raccolto, di Andrea Viscusi (Pieve a Nievole - Pistoia)
L'uomo che comprava emozioni illegali, di Roberto Landi (Borgo San Lorenzo, Firenze)
VPD, di Stefano D'Agostino (Roma)

 

Alle autrici e agli autori dei racconti finalisti vanno i complimenti del Comitato Promotore e della Giuria Nazionale, con particolare calore per le autrici e gli autori dei racconti migliori in assoluto, il "cuore" della nuova antologia RiLLica, Fuga da Mondi Incantati (Nexus Editrice).

Ovviamente, aspettiamo tutti voi alla cerimonia di premiazione del XIV Trofeo RiLL, sabato 1 novembre nella Sala Incontri di Lucca Games, dalle 18:00.
Il momento di festa che tradizionalmente chiude il concorso dell'annata, e segna il lancio della nuova edizione (la quindicesima!). Un'occasione di incontro con noi RiLLini, i giurati, e ovviamente gli autori finalisti, per riservare loro un meritato applauso.

Nel frattempo, se siete curiosi, è on line una pagina dedicata a tutti i finalisti, con la rassegna dei giudizi della giuria su ciascun racconto, e una breve presentazione dei rispettivi autori.